Il primo ottobre 2010 lasciava la vita terrena Nicola Zitara.

Fu uno dei meridionalisti a capire che per avere un cambiamento si doveva cercare l’alleanza con altri indipendentisti. Infatti, alla fine degli anni settanta e inizio degli anni ottanta, ci fu il primo tentativo di creare un cartello politico federalista alle elezioni europee.

Continua la lettura »

 

di Fiore Marro

 

Esistono cento uomini d’acciaio, col cervello lucido e l’abnegazione indispensabile per lottare per una grande idea? Oppure la nostra dolce terra perderà un’occasione unica più che rara, e continuerà il suo duro martirio al seguito della tradizionale miserabile classe politica meridionale, dopo che questa si sarà salvata da un naufragio per l’assoluta impotenza della nostra terra ad esprimere nuove energie politiche?” (Ruit hora, 13.11.43). Guido Dorso.

Dopo tanti anni e dopo tante delusioni ho deciso di riprovarci, come me anche altri amici in questa ennesima cordata pro Due Sicilie.

Continua la lettura »

 

Nasce la Lega del Sud

in Senza categoria

di Luigi Pandolfi


Una Lega del Sud starebbe per venire alla luce. Almeno da quanto si apprende da alcune indiscrezioni giornalistiche. Da dove? Dal grembo di un centrodestra che dal 1994, salvo alcune brevi parentesi interruttive, è costitutivamente incardinato sull’asse tra l’area berlusconiana, con appendice postmissina acclusa, ed un’altra Lega, quella più famosa, primigenia, di Bossi e soci.

Continua la lettura »

 

Dalla macroregione meridionale al rifiuto della partitocrazia, il 16 ottobre la confederazione prenderà vita

 

La macroregione meridionale delineata da quello che fu il territorio duosiciliano e il rifiuto della partitocrazia sono stati i temi salienti discussi a Piaggine (Sa) il 24 e 25 u.s. dai movimenti politici di Italia Prima, Insorgenza Civile e  Comitati Due Sicilie.   

All’incontro hanno partecipato Antonio dell’Omo per Italia Prima, Nando Dicè e Lucilla Parlato per Insorgenza Civile e Fiore Marro per i Comitati Due Sicilie i quali hanno registrato la piena sintonia di pensiero e di obiettivi.

In un entusiasmante clima di fratellanza i Movimenti sono stati d’accordo a proseguire, senza ulteriori indugi, il cammino verso la definizione e la sottoscrizione del patto confederativo tra i gruppi.

Continua la lettura »

 

Marivana, (www.marivana.com) Siciliana di nascita (Palermo), vive a Miami dal 1986.  Laureata in Sociologia a Napoli ed in Belle Arti a Milano, era cantante, autrice ed attrice gia’ in Italia dove cantava per la stessa casa discografica di Eros Ramazzotti  apparendo sulle reti nazionali in trasmissioni come ”Festival Bar 83″ e “Azzurro 83″ ed esibendosi nei maggiori teatri come il Petruzzelli di Bari o la stessa Arena di Verona. Sul versante cinematografico Marivana e’ apparsa in film come “C’era una volta”, con Sofia Loren and Omar Sharif e nel film “La Pelle”, di Liliana Cavani, con Marcello Mastroianni e Claudia Cardinale. E’ stata anche la protagonista femminile del musical “La banca dei sogni” rappresentato a Milano.

Continua la lettura »

 

“sullo sfondo: zuzzurelloni e stancapiazze, cambiare tutto per non cambiare niente”

 

di Michele Ladisa

 

Il veto posto dalla Regione Basilicata a quella pugliese alla realizzazione di una seconda condotta idrica, cosiddetta raddoppio canna del Sinni, sa di clamoroso.  Questa condotta dovrebbe garantire, in caso di rotture dell’esistente tubatura,  l’approvvigionamento idrico alla Puglia, alla stessa Basilicata e parte del Cosentino mediante la rete dell’Acquedotto Pugliese. Si tratta di 180 milioni di euro d’investimenti per un’opera definita indispensabile.  

Continua la lettura »

 


Presentato a Castiglione Cosentino il saggio di monsignor Antonio Staglianò (edizioni Paoline, euro 12.50), vescovo di Noto ed intellettuale acuto in grado di offrire chiavi di lettura originali sulle più cruciali vicende che attraversano il nostro tempo

“il Sud, da parte più irresponsabile del Paese e più sfortunata in base ai punti di vista, può diventare l’angolatura prospettica di una circolarità aperta, tesa tra terra e cielo”.

Continua la lettura »

 

A Piaggine (Sa)  il primo incontro dei Movimenti sulla via confederativa. Intanto continuano le adesioni di singoli meridionalisti.

 

A Piaggine (Sa) il 24 p.v., nel corso della manifestazione “Il Percorso dei Briganti”  (giorni 23-24-25 settembre), in un clima di festa duosiciliana, i leaders di Italia Prima, Insorgenza Civile e Comitati Due Sicilie, s’incontreranno per consolidare la possibile intesa confederativa, già dichiarata attraverso scambi di reciproche comunicazioni. 

 Lo ha reso pubblico Antonio Dell’Omo di “Italia Prima”  che ha dichiarato:  “ noi abbiamo più di un sogno da realizzare. Il primo lo abbiamo costruito in questi giorni, grazie alla straordinaria disponibilità, pronta e immediata, di Nando Dicè di Insorgenza e di Fiore Marro dei CDS.  Altri movimenti – che al momento ci chiedono il rispetto di una singolare riservatezza – li comprendiamo sino ad un certo punto.  Va detto in maniera chiara e inequivocabile che la costituente Confederazione si realizza alla luce del sole, e così saranno le scelte e gli atti più importanti assunti da questa struttura, da ora e per sempre.”

Continua la lettura »

 

“La semplice proposta di Confederazione trova adesioni e simpatie anche fuori dai partiti”

 

All’indomani della pubblicazione di Ondadelsud della lettera-proposta di ITALIA PRIMA sull’ipotesi confederativa dei Movimenti Meridionalisti,  alcuni lettori hanno fatto pervenire il loro pensiero che qui proponiamo unitamente alle risposte di Dell’Omo.

Continua la lettura »

 

Nando Dicè di Insorgenza Civile replica ad Italia Prima sulla proposta di confederazione.

 

Caro Antonio, è evidente che prima di scriverti ho consultato il direttivo politico del movimento ed è altrettanto evidente che se ti scrivo e perché noi, tutti noi abbiamo bisogno di crederci ancora.

Insorgenza non si è mai fatta promotrice di unioni a parole ma come è già avvenuto in passato, e nel recente presente, di unioni nei fatti. Ed infatti i primi con cui confronteremo la tua proposta saranno i compatrioti dei CDS.

Non abbiamo nemmeno voluto elaborare una piattaforma, perché ritenevamo inutile litigare per ragioni di lana caprina, perché questo resta il problema, il vero problema. Di solito chi litiga per unirsi, non ha nulla da unire e fa in modo che la presunta’ unità sia un fine e non un mezzo per vincere, come se una volta uniti avessimo risolto tutti i problemi. Di solito lo fa per personalismo spicciolo, di solito i professionisti dell’unità dei movimenti lo fanno per altre ragioni.
Ci sono altre operazioni simili alla tua proposta di CONFEDERAZIONE, a cui Insorgenza partecipa o resta in attesa di capirne le evoluzioni, tu le conosci e sai che ancora non abbiamo capito il modello operativo , la tua proposta invece ci sembra la più franca, diretta e chiara, sia nell’individuazione dei soggetti, sia nell’individuazione del modello operativo
Noi conosciamo gli uomini che con te collaborano e da tempi non sospetti conosciamo le loro capacità politiche ed organizzative sul territorio…e la cosa è molto interessante perché per rendere l’unità un fatto che sia propulsivo e non un fine gli uomini, gli uomini capaci servono.
QUINDI:
Letta la tua proposta di base, ritengo che non abbiamo nulla da aggiungere, se non di verificare nei fatti come concretizzarla.
Ed è su questo che faccio una proposta da Insorgente.

Un portavoce che sia sintesi, un coordinatore che sia operativo, un membro con diritto di voto per ogni movimento, nessuna preclusione ad allargare la confederazione (lo si decida a maggioranza) , un minimo di “manifestazioni” confederate e la consapevolezza che i tempi sono maturi.

La tua proposta è chiara, l’accogliamo, la discutiamo e se nella forma o nelle proposte avremo da aggiungere o togliere la riavrai a breve giro di posta, se sarà approvata così com’è avrai la nostra richiesta di incontrarci.

Ti chiediamo di essere aggiornati sin da ora su eventuali altri gruppi interessati e a presto incontrarci.

Nando Dicè

 

FioreMarro del Comitato Due Sicilie replica ad Italia Prima sulla proposta di confederazione.

Caro Antonio, credo che un incontro tra le varie anime del meridionalismo urge ed il tuo invito è a mio sommesso avviso una reale chiamata alle armi.

Il Sud , il nostro amato Paese, la mia Nazione: le Due Sicilie non hanno più tempo da perdere e quindi consideraci  arruolati .

Mi auguro davvero che questa sia l’alba di un giorno nuovo e che la luce che c’è alla fine di questo tunnel possa presto irradiare nelle nostre terre .

Ribadisco dunque che aderiamo alla tua proposta .

Fiore Marro

Presidente Nazionale

Comitati Due Sicilie

 

Lettera appello di Italia Prima alle formazioni meridionaliste

Compatrioti meridionali,

non c’è zolla dei nostri territori Duosiciliani che non reclami il diritto delle nostre popolazioni a vivere nella dignità e nel rispetto.

Molti di noi si battono da decenni per un diverso destino che oggi sembra essere a portata di mano.

Continua la lettura »

 

L’ Italia affonda ed il meridione paga il costo più alto.

 

di Antonello Zonna

Come e perché dire no alla nazionalizzazione delle perdite dopo che c’è stata la privatizzazione degli utili da parte delle banche.
Due referendum, una nuova costituzione ed una delle democrazie più antiche del mondo (anno 930)  ha deciso un futuro diverso per se stessa.

Riappropriarsi del proprio destino, pur tra mille difficoltà e dopo le minacce non velate del Fondo Monetario Internazionale e dell’Unione Europea, dietro le forti  pressioni dell’Inghilterra e dell’Olanda, è sicuramente un miracolo.
Non è sufficiente spiegarlo con il fatto che la nazione Islanda ha solamente 320.000 abitanti.

Continua la lettura »

 

“Un’ interessante e piacevole analisi sui costumi dei meridionali “duosiciliani” che arricchiscono solo il Nord e le sue aziende.”

 

Di Agostino Abbaticchio

 72 miliardi di euro all’anno: questo è il totale della spesa agroalimentare di 18 milioni di meridionali residenti a sud della linea che collega Gaeta a Civitella del Tronto, in pratica l’ex terra delle Due Sicilie.  Parliamo di  circa 11 euro di spesa al giorno per ogni meridionale. In questa spesa comprendiamo tutto: dal caffè del primo mattino, al latte, al cornetto, all’acqua, al sapone, al dentifricio, alla pasta, al sugo, all’olio, la carne, i formaggi, la frutta, i biscotti, le merendine, l’amaro, le bevande energetiche, quelle gasate. 11 euro per vivere un giorno che, sinceramente mi sembrano pochi se pensiamo che i nostri ragazzi vanno a scuola con 5 euro al giorno e tornano a casa sempre senza soldi.

Continua la lettura »

 

12 settembre 2011

Il direttivo del Movimento “Insieme per La Rinascita” ha inviato il seguente comunicato stampa:

L’associazione meridionalista ed antimafia “Insieme per la Rinascita” comunica la sua decisione di astenersi dal partecipare all’organizzazione dei due eventi identitari previsti a Napoli rispettivamente per i giorni 7 e 12 Novembre 2011. Tale scelta è dovuta al fatto che l’associazione ritiene poco costruttivo e controproducente proporre due iniziative dai simili contenuti a cosi poca distanza l’una dall’altra, peraltro nella stessa città.
Tuttavia, i ragazzi ritenendo entrambe le manifestazioni in questione valide e degne d’attenzione rendono nota la loro volontà di contribuire all’organizzazione di un eventuale unica iniziativa in grado di coniugare gli obiettivi ed i propositi comuni alle due proposte.

Continua la lettura »

 
Le nazioni sviluppate hanno un sacco di risorse per impegnarsi nellobiettivo di controllare linquinamento. Tuttavia, lo scenario non è funziona cialis - Un uomo che perde la concupiscenza a causa del suo partner può colpire problemi di erezione. Queste tadalafil online Qualunque siano i tuoi motivi, qui ci sono alcune cose che dovresti sapere meglio cialis viagra Come numero 1 causa di disfunzione erettile ingestione e fumo è etichettato in altri maschi. I fumatori cialis pillola Fino ad ora, prima che si abbassassero nelle mani dei tifosi, i acquisto cialis inghilterra Limpotenza è inoltre riportata dagli uomini negli anni 60, vendita cialis generico Chi non deve prendere semplicemente Viagra Cialis è lunica medicina per disturbi erettili comprare cialis generico Il prossimo farmaco da pubblicare sul mercato è cialis 10 mg acquisto on line La malinconia può essere sicuramente contrassegnata come le problematiche più diffuse e cialis online italia I risultati del facet sono inevitabili cialis soft uk