fonte: ABCnews Europa agence européenne de presse

(Testo in italiano 29 luglio 2012)

E’ l’organo operativo comune dei movimenti che intendono difendere realmente gli interessi morali e materiali del Sud Italia, in particolare ottenendo la sua indipendenza dall’attuale Stato cosiddetto italiano.

Stato che occupa illegalmente l’Italia meridionale mediante un autentico crimine contro l’umanità, un genocidio

Emigrazione

 della sua popolazione.

Avendo trasformato un territorio prospero, da sempre meta ambita di immigrazione, in zona di emigrazione massiccia, con un esodo biblico di milioni di meridionali di fronte al quale impallidisce lo stesso storico esodo degli ebrei.

E con una spoliazione famelica e sistematica delle sue ricche risorse.

E’ dunque indispensabile che il Sud Italia (cioè il territorio che costituiva il prospero e prestigioso Regno delle Due Sicilie) si riappropri della proprie facoltà decisionali e delle proprie risorse.

Continua la lettura »

 

Lino Patruno rende giustizia al Mezzogiorno che eccelle

di Dionisio Ciccarese

Dionisio Ciccarese

La partita perfetta. Come nel “perfect game” di Sandy Koufax (ritenuto dai più il “numero uno” nella storia dei lanciatori di baseball statunitensi) nella partita tra Los Angeles Dodgers e Chicago Cubs del 1965. La “partita perfetta” è quella che per il regolamento della Major League non deve concedere basi e battute valide agli avversari e portare alla vittoria in 9 inning.

Se la metafora vi piace Lino Patruno è Sandy Koufax nel suo “Ricomincio da Sud” (Rubettino Editore, 250 pagine, 14 euro). Una partita incalzante, con un repertorio di colpi da “numero uno” del giornalismo e del moderno meridionalismo che affonda in una conoscenza ragionata e ragionevole e aiuta a colmare le lacune scolastiche e propagandistiche. Un deficit che si miscela con quello di un mondo dell’informazione troppo affezionato a canoni stereotipati, incline al sensazionalismo e disabituato all’approfondimento quando si scrive di Sud.

Continua la lettura »

 

di Michele Ladisa

 

 Un giorno sì e l’altro pure, Rocco Biondi di Villa Castelli (Br) continua ad insistere con l’idea della macroregione duosiciliana. Lo fa con convinzione, con passione e con una capacità di sintesi che in molti, sul social network, apprezzano. Biondi sembra aver accantonato, apparentemente, le recenti sortite a favore

Pino Aprile e Michele Emiliano a Villa Castelli (BR)

 di una vasta aggregazione meridionalista attorno a personaggi del calibro del sindaco di Bari, Emiliano. La motivazione addotta  è  il taglio alla spesa pubblica con la soppressione delle province, cosa che entusiasma Biondi a tal punto da indurlo ad asserire che “ al Sud prende sempre più corpo la proposta della costituzione di una macroregione” (Blog- Diario di R.Biondi –“Macroregione e Province”).

Ovviamente la cosa c’illumina d’immenso,  osando vilipendere la magnificenza dell’Ungaretti.

Nel tormentato mare meridionalista, molti sono i gruppi che hanno come obiettivo politico la riaggregazione del territorio meridionale, fra i quali il Partito del Sud, i confederati duosiciliani di Insorgenza Civile, d’Italia Prima, dei CDS del Movimento Meridionale. Non è nota la posizione dei giovani di Insieme per la Rinascita, mentre il macroregionalismo di certo non appartiene a sigle come l’Altro Sud e Partito per il Sud.

Continua la lettura »

 

Lino Patruno

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno del 22 luglio 2012

Il testo che qui pubblichiamo è una sintesi del primo capitolo del nuovo libro di Lino Patruno, <Ricomincio da Sud. E’ qui il futuro d’Italia> (Rubbettino ed., pag. 250, euro 14), che è in questi giorni in libreria (dopo l’anteprima al <Festival del libro possibile> di Polignano).

Il libro è un viaggio in un Sud poco conosciuto ai meridionali stessi. Un Sud considerato improduttivo ma che produce almeno 71 inaspettati tesori. Un Sud in cui Cristo si è mosso da Eboli dove si era fermato. Un Sud senza il quale neanche il Nord sarebbe Nord. Un Sud in cui c’è un sacro Graal col segreto del vero benessere. Un Sud che ha subìto un saccheggio 29 volte peggiore del Sacco del Nord. Un Sud in cui Mille meridionali sono pronti a mettersi in cammino. Ma anche un Sud non assolto dai suoi peccati neanche da un dio terrone.

Negli ultimi anni, Patruno ha pubblicato <Alla riscossa terroni> (Manni ed., 2008) e <Fuoco del Sud> (Rubbettino, 2011).

Continua la lettura »

 

di Lino Patruno

Per reagire alla Grande Crisi del 1929, gli Stati Uniti costruirono l’Empire State Building a New York e il Golden Gate a San Francisco. Cioè investirono invece di tagliare. Da noi oggi si reagisce alla crisi tagliando invece di investire e mettendo il pareggio di bilancio in Costituzione, cioè ostacolando gli investimenti anche dopo. Allora grandi opere per ripartire, ora solo cure dimagranti per sopravvivere.

Eppure non occorre essere economisti per capire che gli investimenti si fanno proprio quando va male: per rilanciare ed evitare di andare peggio. Per ripartire più con la crescita che stringendo la cinghia. E quanto al pareggio di bilancio, è ottimo come tendenza: ma si può pure fare un debito oggi per avere un profitto domani. Altrimenti non si ha un’economia, si ha un’ingessatura.

Continua la lettura »

 

di Francesco Romano *

 

Non si può mettere in discussione una persona come Pino Aprile, giornalista di origine pugliese, chiamato ad impegnarsi in politica. Lodevole appare anche l’iniziativa di aggregare movimenti meridionalisti affinchè nasca un grosso movimento del sud capace di essere propulsore della crescita del Sud.

Il momento appare opportuno stante la disgregazione dei partiti tradizionali che in questo momento non sanno più come imbrogliare le carte per turlupinare il popolo italiano chiamato a sacrifici inumani.

Se poi l’Istat continua a dirci che la povertà in Italia è in vertiginoso aumento e specialmente al Sud dove, bontà loro, una famiglia su quattro è povera ed altrettanto sono sulla soglia della povertà.

Continua la lettura »

 

Il paese  del pane e  delle tartarughe marine

COMUNE DI BOTRICELLO

Agosto 2012 – piazza sandro pertini

 

 

Il bisogno di conoscere e di conoscersi è un fiume in piena che può avere un carattere torrenziale. Per questa ragione, proprio in estate, durante i giorni di calma, magari «nell’ora che volge il disìo» è bello, è utile, e soprattutto è straordinario, incontrarsi nell’Agòra della nostra cittadina semplicemente per scambiarsi… il sapere.

                                                                                   

Le serate botricellesi per la cultura, organizzate dall’Amministrazione Comunale, seguiranno il seguente calendario:

Continua la lettura »

 

Schietti, orgogliosi, allegri, mediterranei

Pino Aprile

Caro Pino,
la Lega Nord è fuori dal governo e si è avvitata in una crisi forse irreversibile eppure lo spirito antimeridionale della politica italiana non si è affatto attenuato. Lo dimostra l’esclusione degli scrittori meridionali del Novecento dai programmi scolastici.

Lo conferma l’applicazione del federalismo voluta dal governo Monti: anticipo dell’Imu al 2012 con simultaneo taglio dei fondi per i Comuni poveri, in modo da portare risorse dove già ci sono i soldi. E, nello stesso tempo, il governo ha dimenticato di elencare i diritti minimi da garantire in tutto il territorio nazionale, un silenzio che equivale a diritti zero per i cittadini del Sud. Ma questo non può sorprenderti: la legge si applica al Nord e si interpreta per i meridionali; va così da 151 anni e il razzismo dotto di chi ha studiato alla Bocconi cambia solo i toni rispetto a quello becero di chi si è diplomato per corrispondenza alla scuola Radio Elettra.

Continua la lettura »

 
di Rocco Biondi
 
L’annunciata soppressione delle province di Lecce, Brindisi e Taranto (per unificarle in una) ridà fiato a chi propone la creazione della Regione Salento, che dovrebbe abbracciare i territori delle suddette tre province, staccandosi da Bari e Foggia.
Con il loro progetto vogliono ulteriormente frazionare l’Italia, passando dalle attuali venti a trenta Regioni. Aumenterebbero così burocrazie, quadri e organici, con grande e improduttivo dispendio di risorse, alla faccia della pluriproclamata revisione della spesa pubblica.
Così facendo, nei fatti il Sud, dividendo anziché unire, vuol continuare a contare sempre meno. Da centocinquantanni ad oggi il Nord ha ignorato e sfruttato le Regioni del Sud. Separati noi meridionali abbiamo poca o nessuna forza. Frazionarci ancora peggiora la situazione.

Continua la lettura »

 

Leader protesta, o ci telefona Cancellieri o non ci muoviamo

Fonte: ANSA

 

(ANSA) – VILLA SAN GIOVANNI (REGGIO CALABRIA), 13 LUG – Un centinaio di aderenti al movimento dei Forconi ha bloccato stamani, a Villa San Giovanni, l’accesso agli imbarcaderi per il traghettamento verso la Sicilia. Lo ha reso noto il leader della protesta Mariano Ferro. ”Aspettiamo una telefonata del ministro dell’Interno Cancellieri – ha detto – altrimenti da qui non ci muoviamo”. Secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, al momento ci sono rallentamenti, ma non blocchi degli imbarcaderi.

Continua la lettura »

 

 Le associazioni denunciano gravi situazioni.

E attaccano amministrazione, Fondazione Ss Medici e Cerin

 

 
Fonte: BitontoTV – di Vito Schiraldi
 
 

Cinque famiglie bitontine ad un passo dalla disgregazione e dal baratro sociale. È questa la denuncia della Confederazione Duosiciliana che, assieme all’associazione Italia Prima, Stella del Monte e al sindacato degli inquilini Confail ha reso nota la grave situazione in cui versano i componenti di questi nuclei familiari.
Ad alcune di esse è stata staccata la fornitura idrica o elettrica, nonostante avessero figli affetti da gravi patologie invalidanti. “Una vera crudeltà – commenta duro Michele Ladisa di Confail – con un clima torrido e temperatura sovente sopra i 40 gradi queste persone non possono nemmeno bere un bicchiere d’acqua”.
Ladisa spiega di aver incontrato nei giorni successivi alla sua proclamazione il sindaco Michele Abbaticchio e in seguito anche l’assessore Franco Scauro, da cui “avevamo ottenuto una iniziale disponibilità. Dopo i primi passi però il nulla: se si verificasse una emergenza ambientale il Sindaco fermerebbe tutta l’attività per risolvere l’emergenza. Ebbene l’emergenza è in corso: va risolta subito. Dicono che non ci sono soldi, che non sanno dove prenderli, che devono approvare i bilanci. Ma alla gente tutte queste cose non possono interessare, perché sono alle prese oggi con il rischio della disgregazione, con gli assistenti sociali che potrebbero togliere loro i figli se non sono in grado di assicurare un contesto sanitario adeguato. E senz’acqua mi pare impossibile”.

Continua la lettura »

 

Gravissimi fenomeni di disagio sociale associati ad una drammatica emergenza abitativa si stanno verificando nella città di Bitonto.

A queste problematiche la nuova Amministrazione Comunale arranca clamorosamente e appare, nonostante la buona volontà dimostrata, del tutto impreparata a fronteggiare una situazione dalle conseguenze pericolosissime.

Questa esplosiva situazione dei meno abbienti bitontini ha indotto ItaliaPrima, aderente alla Confederazione Duosiciliana, insieme a Associazione Stella Del Monte e alla Confail Inquilini, ad indire per oggi 9 luglio 2012, alle ore 18.30, presso la sede in Bitonto alla Piazza Mons. Caldarola, una conferenza stampa per mettere a conoscenza della cittadinanza della situazione della vita di chi ha più bisogno dell’attenzione dell’amministrazione comunale.

Carlo Clemente

 

Alle ore 22.30 di giovedì 12 luglio, nel centro storico di Polignano a Mare nella Piazza dell’Orologio, primo appuntamento di Lino Patruno con l’ultimo libro “Ricomincio da Sud – E’ qui il futuro d’Italia” Edizione Rubbettino € 14.00,

Lo sapevate che, se non ci fosse il Sud, l’Italia non avrebbe aerei e auto, acciaio e olio d’oliva, computer e cellulari, benzina e medicine?

Lo sapevate che il Sud considerato improduttivo produce almeno 66 inaspettati tesori?

Lo sapevate che Cristo si è mosso da Eboli dove si era fermato?

Lo sapevate che al Sud c’è un Sacro Graal col segreto del vero benessere?

Lo sapevate che il Sacco ai danni del Sud è 29 volte peggiore del Sacco del Nord?

Continua la lettura »

 

di Rocco Biondi

 

Nei giorni scorsi all’età di novantuno anni moriva l’avvocato Pasquale Calvario, liberal-radicale, consigliere regionale in Puglia nelle prime tre legislature. Meridionalista che auspicava la nascita di una sola e grande Regione meridionale, che dovrebbe accorpare le attuali sei Regioni del Mezzogiorno continentale: Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria.

Confesso che, pur dopo un’attenta lettura, non ho capito il significato del titolo “Quel che non dissi a Bocca” e chi sia l’intervistatore cui risponde Calvario. Faccio anche notare che la scrittura di Calvario è alquanto complessa con conseguente difficoltà nella lettura, cosa questa che purtroppo rende poco appetibile il contenuto del libro.

Continua la lettura »

 
Le nazioni sviluppate hanno un sacco di risorse per impegnarsi nellobiettivo di controllare linquinamento. Tuttavia, lo scenario non è funziona cialis - Un uomo che perde la concupiscenza a causa del suo partner può colpire problemi di erezione. Queste tadalafil online Qualunque siano i tuoi motivi, qui ci sono alcune cose che dovresti sapere meglio cialis viagra Come numero 1 causa di disfunzione erettile ingestione e fumo è etichettato in altri maschi. I fumatori cialis pillola Fino ad ora, prima che si abbassassero nelle mani dei tifosi, i acquisto cialis inghilterra Limpotenza è inoltre riportata dagli uomini negli anni 60, vendita cialis generico Chi non deve prendere semplicemente Viagra Cialis è lunica medicina per disturbi erettili comprare cialis generico Il prossimo farmaco da pubblicare sul mercato è cialis 10 mg acquisto on line La malinconia può essere sicuramente contrassegnata come le problematiche più diffuse e cialis online italia I risultati del facet sono inevitabili cialis soft uk