di Lino Patruno


E come se ci fosse un tizio con un braccio più robusto dell’altro. farlo diventare Batman, la scelta più logica sarebbe irrobustire il braccio più debole e non dire: puntiamo su quello buono, che provvederà anche all’altro. Ma se hai due braccia, perché rinunciarci? Così il tizio non sarebbe mai il Batman che potrebbe, ne sarebbe una serie B. E’ ciò che avviene col Sud e il resto d’Italia. Sud vagone appresso della locomotiva del Nord, se va la locomotiva va anche il vagone. Ma se puoi avere due locomotive, perché no?

Se ne torna a parlare a proposito delle elezioni primarie fra Bersani e Renzi. Nella «Carta d’intenti» del Pd firmata dai due, il Sud è il paragrafo di un capitoletto. Il paragrafo di un capitoletto.
Si sta parlando di un terzo del territorio, di un terzo della popolazione, di un quarto del reddito nazionale. Sud che non cresce come potrebbe non solo per sé ma per far diventare Batman l’Italia, altro che crisi e bacchettate dell’Europa. Sud miniera di ricchezza capace di portare l’Italia al livello di Francia e Germania. Ma Sud considerato (e solo per scandalizzarsene) problema nazionale quando è la soluzione al problema nazionale.

Continua la lettura »

 

Comunicato dei Meridionalisti Democratici -federalisti europei

L’area a freddo dell’ILVA di Taranto è chiusa per sequestro giudiziario, senza che le forze politiche centrali e locali abbiano mosso un dito a tutela dell’occupazione, della salute e del territorio.

Lo sfruttamento selvaggio post coloniale del territorio tarantino e delle risorse umane correlate ha condotto a una falsa dicotomia tra la produzione siderurgica e gli elementi lavoro/tutela della salute/ eco-compatibilità.

La speculazione dello Stato prima, del gruppo privato Riva poi, ha condotto alla situazione attuale di 5.000 posti di lavoro a rischio, senza che sia stato approntato il piano di risanamento dei territori avvelenati da diossine e idrocarburi e soprattutto senza alcuna certezza di tutela della salute per l’insorgenza di malattie per esposizione con effetti

Continua la lettura »

 

di Romano Francesco


Abbiamo archiviato la prima parte delle primarie del centro sinistra, termine esatto come da desiderio di Niki Vendola. Ora attendiamo la seconda parte con regole non regole. Ma comunque sia, in un modo o nell’altro si porteranno a termine. Aspetteremo anche le primarie del centro desta. Si faranno, non si faranno. Caos immenso da tutte le parti.Ed il mondo del duosicilianesimo che fa? Continua imperterrito a scimmiottare questi politici di professione, lontani anni luce dalle vere problematiche per uscire da questa crisi. Non so cosa succederà dopo le ormai imminenti elezioni politiche. A dirla alla Don Fabrizio, il principe di Salina nel Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa “Tutto cambia affinché nulla cambi”.

Infatti, grandi cambiamenti della legge elettorale, tutto fermo. Politici che si diminuiranno lo stipendio, poco o nulla per non parlare delle entrate ed uscite in politica.

Continua la lettura »

 

di Romano Francesco

 

Per mia volontà parlo delle primarie del centro sinistra ora che sono terminate e si attendono i risultati finali. Il mio non intervento è dovuto al fatto che non sarebbe stata mia intenzione minimamente criticare questa forma di democrazia.

Infatti ieri, le code per le votazioni erano nutrite. L’occasione, per chi è andato, ha rappresentato un bel momento di discussione, di appassionarsi agli argomenti politici, e questo alla faccia dell’antipolitica. E vi dirò che ero tentato moltissimo di andare. Ma per un attimo soltanto mi ha sfiorato questo pensiero.

Ho subito pensato che i candidati a queste primarie erano 4 settentrionali e un meridionale. Ho cercato di darmi una risposta e vi dirò che me la sono data. Ma non ve l’ha dirò perché potrei incappare in guai giudiziari che preferisco evitare. Tanto non sono Sallusti.

Continua la lettura »

 

Fonte: Quotidiano di Sicilia

di Rosario Battiato

L’intervista: “Le imprese creano il Pil al Nord, ma lasciano morte e inquinamento al Sud”. Il presidente dell’Osservatorio amianto: attendiamo i primi rinvii a giudizio nell’Isola

ROMA – Ezio Bonanni è il presidente dell’Ona, Osservatorio nazionale amianto, la onlus protagonista della petizione accolta dall’Ue in merito ai mancati casi di bonifica da amianto nei centri industriali siciliani.
Grazie alla vostra azione la Commissione europea per le petizioni ha ritenuto “ricevibili a norma del regolamento del Parlamento europeo” le richieste contenute nella petizione firmata da migliaia di italiana e adesso “ha avviato l’esame dell’istanza e deciso di chiedere alla Commissione Europea di svolgere un’indagine preliminare, primo stadio di procedura di infrazione sui vari aspetti del problema”.

Continua la lettura »

 

Sabato 29 dicembre 2012 alle ore 18,00  nella Sala Consiliare Comune di Villa Castelli in  Piazza Municipio

 

Rocco Biondi, presidente dell’associazione “Settimana dei Briganti – l’altra storia” di Villa Castelli (Br) ha annunciato, nell’ambito de I Sabati Briganteschi, la presentazione del volume
“Mimmo Cavallo. Siamo meridionali!” di Antonio G. D’Errico. L’autore interverrà in videoconferenza. La presentazione sarà a cura del cantautore Leo Tenneriello
La manifestazione, patrocinata dell’Amministrazione Comunale,  si terrà Sabato 29 dicembre 2012 alle ore 18,00  nella Sala Consiliare Comune di Villa Castelli in  Piazza Municipio- con la collaborazione con dell’ Associazione Euclidea.
Sarà presente il cantautore Mimmo Cavallo  che canterà suoi pezzi famosi, mentre l’introduzione è affidata a Vito Nigro . Gli attori Valentino Ligorio e Roberta Mele leggeranno dei brani dal libro
Nato a Lizzano (Taranto) nel 1951, Mimmo Cavallo vive tra Roma, Milano e la Puglia. Negli anni ottanta raggiunge i vertici della hit parade con la canzone “Siamo meridionali”. Ha scritto pezzi per Fiorella Mannoia, Mia Martini, Zucchero, Gianni Morandi, Al Bano. Amico di Renzo Arbore, che nella sua classifica lo mette al primo posto dei cantanti di interesse collettivo. Di recente ha collaborato con Pino Aprile nella trasposizione teatrale del best seller “Terroni”, pubblicandone poi i brani nel suo nuovo album “Quando saremo fratelli uniti”.

Continua la lettura »

 

di Francesco Romano

 

Continua il tentativo della creazione di un movimento meridionalista dopo svariate prove che durano da epoca immemore. L’ultimo, in ordine di tempo, viene da Napoli dopo che ci è stato un primo incontro a Bari l’8 settembre 2012 proprio nella sala consiliare del Comune della città.

In quella occasione, dopo le avance fatte allo scrittore del best seller “Terroni” Pino Aprile di capeggiare un movimento di chiaro stampo meridionalista, declinò l’invito annunciando la nascita di un giornale che sarebbe stata la voce di quello che fu lo Stato delle Due Sicilie da divulgare su tutto il territorio italiano.

Da allora, Marco Esposito, assessore al comune di Napoli con la giunta De Magistris, a cui va dato il merito di un indefesso lavoro, ha continuato l’opera di voler costituire una casa comune per i meridionalisti.

Continua la lettura »

 

di Lino Patruno

 

Allora, cari ragazzi, mettiamola così. Non sapendo come creare lavoro per voi specie al Sud, vi diciamo: partite, è normale andare dove il lavoro c’è. In questo modo si gioca con le parole, la partenza è spacciata per scelta anche quando è una condanna. Ora, se vuoi fare l’ingegnere di una base spaziale, è evidente che devi andare a Capo Kennedy, in America. Ma se vuoi fare l’agronomo e devi partire pur vivendo in una zona agricola, in quel caso qualcosa non funziona. Il primo è uno che realizza un sogno, il secondo un emigrante.

Eppure vi stanno riempiendo la testa con un modernismo sospetto. E con una ipocrisia che nasconde l’impotenza a lasciarvi un mondo nel quale deve essere anche possibile restare nel posto in cui si è nati e contribuire a migliorarlo. Non si deve essere nomadi per forza. Invece dicono: meno male che ve ne andate, voi dovete conoscere le lingue, altre genti e altri luoghi. Poi tagliano i fondi per le borse di studio e l’Erasmus.

Continua la lettura »

 

da EPolis Bari del 23 novembre 2012

 

Gentile Sindaco, so che anche questa volta farà finta di non leggere queste righe, ma mi assumo la… responsabilità di distrarla dai suoi gravosi impegni politici (Renzi, Vendola, Bersani, la Palestina, Marte e dintorni) per sommessamente segnalarle che a Bari, la città di cui è “primo cittadino”, la situazione è diventata sempre più insostenibile.Lo so, lo so, che Lei e i suoi collaboratori ritenete che questo sia il paradiso terrestre, una specie di Disneyland in cui tutto funziona… ma mi creda, si sbaglia.

In questi anni Bari è pesantemente peggiorata. Glielo dice uno che non ha fatto il magistrato dell’antimafia in Sicilia, ma che pur avendo la sua fissa residenza in città ha avuto il privilegio di viaggiare qua e là e di misurare la qualità della vita in altre parti del pianeta.

Continua la lettura »

 

Territorio e ambiente:
questa terra non si tocca

Convegno a Melfi (Potenza)
Domenica 9 dicembre 2012 – ore 17,30
Sala del Consiglio Comunale

 

Continua la lettura »

 

Contestato il programma a reti unificate  del  15 novembre scorso trasmesso delle emittenti Canale 8 – Canale 9 – Canale 21 – Tele Vomero -

 

Questo il comunicato stampa integrale diffuso da Eddy:

Considerato che lei ha rifiutato un civile e democratico confronto con il sottoscritto, le scrivo quanto segue:
Tengo a precisare che io non sono un “nostalgico”, in quanto non si può essere nostalgici di un “non vissuto”, bensì sono un meridionalista, militante e attivista. Con migliaia di persone “combattiamo” affinché si risolvano i problemi della nostra gente e della nostra terra. Ha mai sentito parlare della “Questione Meridionale”? Mi auguro di sì!
Inoltre io non sono “un cantante” (lei quando parla di me in tv tende a sminuirmi) ma sono un Signor cantante, cioè, colui che con la propria voce ha determinato i grandi successi dell’orchestra italiana di Renzo Arbore in tutto il mondo e che da molti anni continua il suo percorso artistico in proprio riscuotendo enormi consensi nonché successi, ambasciatore della canzone napoletana nel mondo e quarant’anni di rispettabile ed onorata professione. Ciò non solo come cantante ma anche come autore, compositore e arrangiatore. Si informi sul mio conto, anche se ho seri dubbi che lei possa o sappia apprezzare, impari ad ascoltare e ad apprezzare la mia ottima musica e la mia preziosa voce prima di annunciarmi in televisione!..E non pensi solo ai dinosauri, si rassegni… Sono estinti!.. Noi meridionali, invece no! Pertanto io sono qui e sono conosciuto in tutto il mondo!

Continua la lettura »

 

di Raffaele Vescera

 

Nell’appello  firmato da alcuni intellettuali partenopei, riportato da Repubblica on line di oggi (20/11/2012 n.d.r.), a fronte di una analisi sulla questione meridionale, si afferma che il governatore pugliese Vendola possa rappresentare la cura per i mali del Mezzogiorno.

Secondo i firmatari dell’appello, che adotta un linguaggio in parte rubato ai recenti testi di illustri neomeridionalisti,  Vendola  avrebbe “dimostrato da sempre di avere una visione chiara dei problemi del Sud ed ha dimostrato, alla guida della regione Puglia, che e’ possibile fare investimenti seri nel lavoro stabile, nelle nuove tecnologie, nell’impresa che si specializza, nelle energie rinnovabili e nel recupero del territorio.”

Premesso che in tutto l’appello non vengono citate una sola volta le decisive responsabilità dello Stato italiano relative alla persistenza della questione meridionale, dubito davvero che Vendola avendo bollato “come rigurgiti sudisti” la lotta neomeridonalista e come “un’invezione populista” l’esistenza della casta politica, possa per davvero rappresentare la soluzione ai mali del Sud. Tra l’altro, nel programma elettorale di Vendola e nelle sue pubbliche apparizioni non è citata una sola volta la questione meridionale.

Continua la lettura »

 
Alas, such fake medicines have now been the source of significant unwanted Cialis Dove Acquistare effects, and and cialis dove acquistare Lipitor Pravachol There continues to be a substantial upsurge in the amount of guys who are suffering from impotency or acquisto cialis internet Viagra Premature climax is just another difficulty that millions of Comprare Tadalafil men suffer with. It comprare tadalafil 3. Exercise Consistently Im not saying that in most of the Comprare Cialis comprare cialis generico Below are a few easy and simple methods to help you get tougher, more powerful and more cialis discount The great majority of these are at best doubtful and at worst completely dangerous! Men acquistare cialis originale So we gotta move and see a physician? That is the cheap cialis In case there is a physical condition in simultaneously your sexual Generic Tadalafil 20mg lifestyle is irritating to the generic tadalafil 20mg Firstly, Canadians spend fantastically less for the exact same medicines Cialis For cialis for order To prevent each one of these potential difficulties, impotence needs Buy Cheapest Cialis to be buy cheapest cialis