Collettiva di arte contemporanea a cura di Giuliana Schiavone dal 6 al 16 giugno 2013

Inaugurazione: 6 giugno ore 19.30
Sede: Galleria Spazio Giovani, via Venezia 41 – Bari
Evento realizzato col Patrocinio del Comune di Bari e dell’Accademia di Belle Arti di Bari. Media partner dell’evento è la testata giornalistica “Onda del Sud”.

Artisti: Giulia BARONE, CRISA (Cristina Mangini, Elisa Zambetta), Dario DE LEO, Francesco MANGINI, Cosma PEPPINO, Teresa ROMANO/Marco TESTINI, Patrizia Emma SCIALPI, Giuseppe VOLPE, Red ZDREUS.

Continua la lettura »

 

di LINO PATRUNO

Una soffiata per l’onorevole Franco Cassano. Egli che è fresco parlamentare e difensore del Mezzogiorno oltre che fra i maggiori sociologi italiani, vada nottetempo a controllare una cosina. Pare certo che un terzo del miliardo per finanziare la cassa integrazione sarà preso dal fondo di coesione, cioè dai soldi destinati al Sud. Soldi che non sono un grazioso omaggio ai soliti meridionali piagnoni. Eneanche un’aggiunta a quanto lo Stato già spende, quindi un privilegio a danno di altri. Ma sono una riparazione, visto che lo Stato passa al Mezzogiorno meno di quanto passi al resto del Paese. In poche parole, un fondo per metterci una pezza.I meridionali sono notoriamente buoni di cuore. E non è la prima volta che, non sapendo come fare, i governi prendono da loro: tanto non protestano e hanno la coda fra le gambe perché tutti sanno che sprecano. Ma puntuale come la morte non ha fatto nulla di diverso dagli altri anche questo ennesimo governo che non è che sprizzasse amicizia per il Sud, ma insomma almeno un ministro per la coesione territoriale, appunto, ce l’ha. Il ministro Trigilia finora non ha fiatato. Ma si sa che lui è contrario ai soldi al Sud e dice che il Sud si deve dare da fare da solo.

Continua la lettura »

 

di Antonella Musitano

prof.ssa Antonella Musitano

La tragedia di Corigliano Calabro ha riacceso, ancora, i riflettori su una delle peggiori emergenze del nostro Paese: il femminicidio.

Non passa giorno che la cronaca non si arricchisca di delitti aberranti, come quello di Corigliano, delitti che non conoscono latitudini o condizione sociale.Ed è altrettanto aberrante che ci sia chi, con una buona dose di sciacallaggio, pretende di “inquadrare” questo gravissimo fatto di cronaca come la conseguenza di una condizione della donna in Calabria.

Non è mai successo che fatti di cronaca analoghi, o anche più gravi, come per esempio il caso di Giancarlo Stevanin, che uccideva le donne e le faceva a pezzi, di Donato Bilancia, di Luigi Chiatti e di tanti altri, siano stati usati per “marchiare” una regione e la sua popolazione, ma se il fatto di cronaca avviene in Calabria….tutto è lecito!

Continua la lettura »

 

In un video, il nuovo sud raccontato da Lino Patruno e

dalle piccole aziende di Gravina In Puglia.

 

VIDEO REALIZZATO DA MIMMO MARAZIA

In occasione della presentazione del libro “Ricomincio da Sud- è qui il futuro dell’Italia” promossa dalla Compagnia dei Briganti, protagonisti non solo un grande Lino Patruno ma anche le aziende artigianali e commerciali di Gravina in Puglia. Emerge la grande voglia di affermazione sul mercato delle aziende e, insospettatamente, l’amore “dichiarato” per la  propria Terra. Parte il Compra Prodotti Meridionali  versione  “Compagnia dei Briganti”.
Alla manifestazione, sono intervenuti due “sorpresi” assessori del Comune di Gravina in Puglia, Sergio Varvara e Laura Marchetti.

Continua la lettura »

 

di Dionisio Ciccarese


Ci vuole un triplice omicidio per avere un ministro a Bari se non è tempo di Fiera del Levante o se non si è in campagna elettorale. A ben vedere è tutta qui la nostra condizione di SUDditi sempre pronti a ingoiare qualsiasi rospo, a convivere con una criminalità dilagante e con una governance politica che si crogiola nella propria inconcludenza e regala frasi ad effetto per titolisti di terzaclasse.

Cosa ci dirà Alfano: che il suo Governo (quale Governo?) tiene a Bari perché Bari non è Palermo, non è Napoli e via dicendo.

Chiacchiere, banalità, ovvietà, ma avranno i loro titoli. Il sindaco Emiliano chiede rinforzi, gli uomini di buon senso chiedono che Bari possa avere per i prossimi dieci anni persone capaci di incidere sul tessuto di una città che si addormenta con gli annunci e si risveglia con le pistolettate.

Continua la lettura »

 

di Francesco Romano

Si sta parlando ora di “Agenda digitale” e il catanzarese Antonio Catricalà, magistrato epolitico, viceministro allo sviluppo economico, è colui che dovrà interessarsi ed a cui ricordiamo il recente studio della Banca Mondiale condotto su 120 paesi e da cui è emerso che aumentando del 10% la penetrazione della banda larga può aumentare il Pil pro capite dell’1.2%.Nel passato internet ha aumentato il Pil dello 0,7%, la telefonia mobile lo 0,6% e la telefonia fissa dello 0,43%.

Ed inoltre, come affermato dal prof. Francesco Sacco dell’Università Bocconi di Milano, la banda larga , all’interno dell’Unione Europea, potrebbe creare 2,1 milioni di posti di lavoro entro il 2015.

Continua la lettura »

 

Il direttore generale dello Iacp di Bari, assicura l’intervento risolutivo.

 

Ondadelsud.it in collaborazione con Italia Prima e la Confail Inquilini, solo qualche giorno fa si è occupata del caso di Pina, una sfortunata signora colpita da una malattia degenerativa.

Pina da anni è costretta a combattere per la propria vita e per cercare di ottenere condizioni di vivibilità accettabili. L’impossibilità di deambulare, quei tre piani da percorrere per scendere e salire dalla propria abitazione rappresentano un ostacolo insormontabile per una persona in quelle condizioni. Si tratta di uno stato di prigionia obbligato e senza aver commesso reati, questa è la condizione in cui Pina tuttora è costretta a sopportare.

Continua la lettura »

 

di Lino Patruno

 

Poi ci sono quelli secondo cui il destino del Sud è solo nelle mani del Sud.

Per la verità molti, anche sudisti incalliti. Un po’ perché così è, un po’ perché il Sud è troppo debole per rivalersi su un Paese che non tratta tutti allo stesso modo. E Paese ostile, tanto ostile al Sud. Nel frattempo il Sud continua a essere non solo il parente povero d’Italia. Non solo continua a essere additato come causa di tutti i mali, a cominciare dai suoi. Anzi, facciamola finita: non se ne parla affatto, “desaparecido”, scomparso dalla cronaca e dalla storia. Molesto. Impopolare. Ma ora c’è un ministro, Carlo Trigilia. Studioso di Mezzogiorno da sempre, quindi sulla carta una garanzia. Per la verità è il ministro della Coesione territoriale, cioè dovrebbe occuparsi anche di un pezzetto di Milano se fosse un po’ meno ricco del resto della città.

Continua la lettura »

 

di Giovanni Maddamma

Partiamo da un dato di fatto “la guerra al Regno dei Borbone non fu mai dichiarata”.

Una riflessione fatta da un grande filosofo siciliano dice “credevo fosse cosa giusta l’Unità d’Italia, ma un dato certo della famosa guerra fatta contro i Borbone,  fu solo uno scopo economico.Infatti, all’epoca il nord viveva una situazione economica drastica, la soluzione? Impadronirsi illegittimamente del denaro del popolo del Regno delle Due Sicilie”.

Falsità raccontate per più di 150 anni, bugie e solo bugie, quelle di un nord “ladruncolo” che si appropria ogni giorno dell’economica mediterranea.

Continua la lettura »

 

Raccontato il dramma di una sfortunata signora barese che l’incuria amministrativa inchioda in casa (GUARDA IL VIDEO)

 

La sig.ra Pina abita in un alloggio popolare di Bari al quartiere San Paolo e vive, da anni e da reclusa in casa, su una sedia a rotelle.

Nell’impossibilità di deambulare, la sig.ra Pina, anche tramite il sindacato Confail Inquilini,  ha chiesto da anni allo IACP di Bari che la palazzina della sua residenza fosse dotata di un servo scala (una pedana o una sedia mobile). La particolare struttura della scala d’accesso rende l’opera abbastanza costosa tant’è che, più che spendere danaro pubblico, lo stesso Ente ha suggerito uno scambio di abitazione con altri assegnatari.

Secondo il particolare “andazzo” imposto dagli Enti (Comune, Iacp, Regione) nella città di Bari gli scambi di abitazione popolari possano avvenire soltanto se gli stessi assegnatari riescano a trovare tra loro “disponibilità e intese reciproche”. Questo, ovviamente rappresenta

Continua la lettura »

 

di Giuliana Schiavone

Si inaugura il 28 maggio alle ore 20.00 presso il Laboratorio Urbano Officine Culturali di Bitonto (Ba) la seconda tappa della mostra “Lorem Ipsum” di Teresa Romano e Marco Testini, a cura di Giuliana Schiavone.

Il progetto, a metà tra sperimentazione artistica, riflessione sui mezzi della comunicazione collettiva e uso dei nuovi media, ha esordito a Bari lo scorso febbraio proponendosi come operazione di arte pubblica con l’affissione di un manifesto 6×3 interattivo su un impianto pubblicitario nel cuore del tessuto urbano, avvalendosi della partnership della galleria Formaquattro, di F.project – Fiorito Foto Film e del supporto dell’Accademia di Belle Arti di Bari.

Continua la lettura »

 

di Vito Sutto

L’artista triestina Giuliana Griselli ama il sud e lo incornicia nelle sue opere pittoriche prevalentemente oli su tela, carte e disegni.

Compaiono nelle sue ricerche grandi campiture di colore che si manifestano soprattutto in orizzontalità e in colori caldi soffusi.

Docente di Disegno e Storia dell’arte, Giuliana Griselli pensa al mare del sud  e al mare triestino che hanno qualche cosa in comune e testimonia che le grandi città di mare del nord respirano la stessa aria delle grandi città di mare del sud .

C’e’ un ‘assonanza dunque tra nord e sud al di la’ dei luoghi comuni e degli stereotipi preconfezionati, ma queste vicinanze le cogli soprattutto nelle grandi (ma anche nelle piccole) città di mare proposte dalle opere dei pittori come Giuliana Griselli.

Continua la lettura »

 
Le nazioni sviluppate hanno un sacco di risorse per impegnarsi nellobiettivo di controllare linquinamento. Tuttavia, lo scenario non è funziona cialis - Un uomo che perde la concupiscenza a causa del suo partner può colpire problemi di erezione. Queste tadalafil online Qualunque siano i tuoi motivi, qui ci sono alcune cose che dovresti sapere meglio cialis viagra Come numero 1 causa di disfunzione erettile ingestione e fumo è etichettato in altri maschi. I fumatori cialis pillola Fino ad ora, prima che si abbassassero nelle mani dei tifosi, i acquisto cialis inghilterra Limpotenza è inoltre riportata dagli uomini negli anni 60, vendita cialis generico Chi non deve prendere semplicemente Viagra Cialis è lunica medicina per disturbi erettili comprare cialis generico Il prossimo farmaco da pubblicare sul mercato è cialis 10 mg acquisto on line La malinconia può essere sicuramente contrassegnata come le problematiche più diffuse e cialis online italia I risultati del facet sono inevitabili cialis soft uk