di LINO PATRUNO

Bastava osservare il serpentone delle auto nei giorni del rientro dalle vacanze, quelli del bollino rosso. A passo d’uomo risalendo da Sud a Nord, traffico scorrevolissimo scendendo da Nord a Sud, il contrario di quanto avvenuto col bollino rosso delle partenze. Cioè vacanza vuoi dire andare a Sud, Verso il ventre materno del Mediterraneo, dove tutto è nato e dove ciascuno vuol tornare. Verso la cascata di luce che pare una nevicata. Verso i grandi cieli carichi di bontà. Verso i mari del mito. Verso l’ultimo senso di una vita con sempre meno senso. Verso i residui luoghi della vita autentica. Verso il pane per le nostre radici.

Ma al di la della poesia, non un caso che ci sia solo l’auto in autostrada per lasciare le nebbie e arrivare da un lato in Puglia, dall’altro nell’inquieta bellezza solare di Napoli.

Perché è da sangue acido pensare ai treni che mancano e immaginare quanto turismo così perde il Sud. O pensare agli aerei che per portarti al Sud ti fanno fare prima il giro del mondo.

Continua la lettura »

 

di Michele Ladisa


A Teano sappiamo tutti dell’esistenza di un enorme monumento inneggiante allo “storico” (si fa per dire) incontro tra un avventuriero acciaccato e il regal savoiardo.

Robaccia simile ce la ritroviamo dappertutto nelle nostre città. Del resto il solo percorrere quotidianamente le vie cavour, mazzini, garibaldi, vittorio emanuele, cialdini, bixio e Immondizia cantando, ci ha abituati alla soccombenza, all’accettare col capo chino uno stato di cose dinanzi allo sbeffeggiamento perpetuo dei savoia e dei loro accoliti, ancor oggi attivamente operante sotto le mentite spoglie della partitocrazia e dell’alta finanza.

E fa male, molto male quando i tuoi stessi fratelli, giunti ai vertici del tricolorato sistema, come arroganti e ignoranti caproni,  respingono a suon di cornute capocciate ogni ragione, ogni istanza, ogni rivendicazione che si possa avanzare in tema di verità storica. Sono invece prontissimi, allineati e coperti,  nell’esaltare la figura di assassini che hanno affogato nel sangue la libertà di tanta brava e pacifica gente. Avrebbe detto qualcuno da molto in alto: “che siano perdonati, non sanno quel che fanno.”

Continua la lettura »

 

di Vito Sutto

Pietro Vannucci che tutti conoscono come Il Perugino è un artista che esprime la sapienza dell’Italia rinascimentale.  Nel 1513 l’artista dipinse per la comunità di Corciano, presso Perugia, Maria Assunta in cielo.

Molti artisti, come noto, hanno accolto questa notizia di Maria Assunta anche se nella Parola di Dio, cioè nel Nuovo Testamento, non c’e’ traccia di questo fatto.

Il Perugino fu incaricato di realizzare un ‘opera ” con oro e colori preziosi e buoni”, riporta un documento dell’epoca e il grande rinascimentale  cosi fece.Oggi e fino al prossimo 20 ottobre, Corciano mostra la Pala dell’Assunta a cinquecento anni dalla sua realizzazione e una pubblicazione curata da Tiziana Biganti,Fabio De Chirico e  Alessandra Tiroli, accompagna l’evento

Continua la lettura »

 

di Valentino Romano

La celebrazione della Giornata del Ricordo nella Sila cosentina: un momento di sereno raccoglimento, di ricordo di tutte le vittime – nessuna esclusa – di un’assurda guerra fratricida che insanguinò le terre del Sud.

Un giorno “nigro signando lapillo”, quello di tanti anni addietro, che è diventato simbolo del martirio di una terra, del Sud, di tutto il Sud.

Un giorno che non solo è lecito ma semplicemente doveroso commemorare in ogni angolo di tutto il Sud.

E a chi rampogna “taluni” con un maldestro invito (della serie “che ciazzecca Pontelandolfo con le Calabrie”) ad approfondire la… “geografia” verrebbe da chiedere – amichevolmente e senza astio alcuno –  come mai l’autorevole censore delle altrui iniziative celebri, ad esempio, il Natale o la Pasqua a casa sua: in un pur arduo sforzo di coerenza … non dovrebbe egli andare a Betlemme o a Gerusalemme per essere legittimato a farlo?

Continua la lettura »

 

di Francesco Romano

La scoperta del territorio duosiciliano, e come sempre ci si riferisce a quello che fu lo Stato delle Due Sicilie prima che fosse attaccato da un altro regno, quello di Sardegna, riserva sempre delle sorprese. E questa volta abbiamo assistito, per chi ci crede, ad un vero miracolo. E’ la piccola chiesa dedicata alla Madonna del Creato. Niente di talmente speciale da far gridare ad una grossa scoperta. Non ci sono affreschi di grandi pittori dei secoli passati e nemmeno suppellettili degni di nota. Di particolare questo luogo ha la pace dei tempi moderni ma il ricordo di battaglie passate.

Si trova in contrada di Destro di Quintieri . E’ una vasta proprietà del Comune di Rogliano (CS), vicino Balzata appartenuta al barone Giovanni Paolo Quintieri.

Continua la lettura »

 

di Lino Patruno (Gazzetta del Mezzogiorno – 15 agosto 12013)

E’ come curare una polmonite con l’aspirina. O svuotare l’oceano con un cucchiaino. Così il primo ministro Letta di fronte all’ennesimo record del debito pubblico italiano: 2075 miliardi. Proprio quel debito pubblico che in base agli accordi con l’Europa dovrebbe dimezzarsi (dimezzarsi) in qualche anno, pensa tu. Quella spesa per la quale ci sono più proclami che tagli. Quella voragine che inghiotte tutte le migliori intenzioni e le peggiori bugie.

L’Italia come una famiglia che, di fronte alla crisi, continua a spendere e spandere mentre va in cassa integrazione o perde il posto.Siccome Letta è in fondo un bravo ragazzo, ha sùbito annunciato la dieta dimagrante per aerei e auto blu a disposizione del suo governo: da dieci a sette i primi, da 60 a 44 le seconde. I dipendenti di Palazzo Chigi dovranno viaggiare in classe economica (ma per quale motivo finora andavano in business?). Tu dici: finalmente, non se ne può più di quelle auto lampeggianti che ti sfrecciano al fianco coi vetri oscurati e chissà che mammasantissima c’è dentro, vorresti vederlo in faccia. In tutta l’America ce ne sono meno che nella sola Roma.

Continua la lettura »

 

di Vito Sutto


Questa opera scultorea di Luigi Vuanello viene dedicata, nell’ anniversario della strage di Pontelandolfo
del 14 agosto, a tutte le vittime del paese campano dall’autore friulano che è stato sensibilizzato alla conoscenza del dramma.
Nell’eseguirla ha pensato alle donne di Pontelandolfo e al loro dolore. Luigi Vuanello è uno scultore che con le sue forme plastiche richiama momenti storici e ricorda storie individuali e collettive.

Continua la lettura »

 

di Vito Sutto

La città di Trieste,  gioiello del mare Adriatico, e’ una viva rappresentazione della civiltà asburgica per la sua architettura e la sua urbanistica studiata dai professionisti di Maria Teresa d’Asburgo e si esprime soprattutto in quello che si chiama ancor oggi il borgo teresiano.La piazza Unità d’Italia da sola meriterebbe una visita, ma in questi giorni un motivo in piu’ mi induce a suggerire ai lettori di Ondadelsud il capoluogo del Friuli Venezia Giulia.

Una grande mostra evento merita visita e lettura approfondita: si tratta della personale di Steve Kaufman, vissuto dal 1960 al 2010. Il principe della Pop art, cosi fu definito, viene proposto  a Palazzo Costanzi, un edificio alle spalle del celebre Municipio triestino di piazza Unità, fino al 21 settembre.

Continua la lettura »

 


di Michele Ladisa

Stazione di Caserta, ore 19.00 di domenica 22 settembre 2013. L’altoparlante della stazione annuncia l’arrivo del “treno Alta Velocità Freccia Argento n. 9357 proveniente da Roma e destinazione Lecce “.

Cavolo !  Devo aver sentito male. Da Roma a Lecce esiste l’Alta Velocità ? E noi cosa andiamo raccontando alla gente, che l’alta velocità non esiste al sud ?  Ma no, al massimo si sarà trattato di un errato annuncio.

Chi l’avrebbe mai detto. Treno pieno in ogni ordine di posto che sfata il luogo comune delle tratte ferroviarie meridionali deserte e quindi non remunerative per le casse di Trenitalia.

Dunque un treno ad alta velocità che per percorre 300 km, si ferma in ben 4 stazioni compreso quella di arrivo e impiega 3 ore, viaggia perciò a 100 Km orari. Devo proprio aver sentito male. Non può trattarsi di alta velocità. Forse la speaker avrebbe dovuto dire Intercity.Buon per loro. Da Caserta per Bari, mia destinazione, sono da percorrere circa 300 Km con fermate intermedie a Benevento, Foggia, Barletta e Bari. Partenza ore 19,15 e arrivo 22,08,  tre ore di viaggio.

Continua la lettura »

 

di LINO PATRUNO (Gazzetta del Mezzogiorno – 9 agosto 2013)

La verità è che al Sud pur giustamente arrabbiato bisognerebbe di tanto in tanto bacchettare le mani. Primo esempio, Taranto. Sappiamo tutti dei disastri ambientali combinati dall’Ilva senza che nessuno

sia a Taranto che altrove se ne preoccupasse, anzi. Allora, quando i buoi erano ormai scappati dalla stalla, la gloriosa trovata: chiudiamo l’Ilva, puntiamo sulla cosiddetta vera vocazione del territorio. Che sarebbe agricoltura di qualità, turismo, energia pulita. Non sufficienti però per campare senza la vituperata industria, e siamo punto e daccapo.

Continua la lettura »

 

Ai “… e ‘nce chiagnimme sempre ‘e muorte … ma quanne ‘nce ‘mparamme a vivere comme se deve? … quanne ce cunvincimme ca sulo ‘na rivoluzione ‘nce pò cagnà ‘a vita,’o paese,’a situazione? … allora? ‘e muorte chiagnimmencelle sulo ‘o due novembre! … gli altri 364 giorni RIVOLUZIONE! ” ?

Pensata e scritta da Bartolo Di Luca

Continua la lettura »

 

di Chiara Foti

Quest’anno per la sesta volta consecutiva il 14 agosto 2013 i Comitati Due Sicilie torneranno a Pontelandolfo (BN)per onorare la memoria delle vittime del barbaro massacro perpetrato dai soldati dell’esercito piemontese contro gli inermi civili che la notte del 14 agosto di 152 anni fa, riposavano, ignari, nei loro letti.

La manifestazione ci vedrà partecipi ad alcune iniziative dell’Associazione Culturale “Pontelandolfo città martire”.

L’adunata è prevista per le ore 11.00 presso la Torre medievale, dove si terrà l’allocuzione introduttiva del Dott. Francesco Laricchia Responsabile di Rete Sud, seguita poi dalla degustazione di prodotti tipici locali.

Continua la lettura »

 

di Vito Sutto

Nel corso dell’anno Onda del sud viene periodicamente presentata in Friuli per  sollecitare all

a conoscenza del sito e alle sue tematiche attuali.E’ accaduto cosi anche nei giorni scorsi a Cervignano (Udine) nel corso della presentazione della mostra personale di Marilena Mesaglio che si tiene per tutto il mese di agosto (per immagini e conoscenze approfondite consulta il sito http://www.formartistica.it/)

In quanto collaboratore di ONDA DEL SUD nel corso della vernice della mostra ho parlato delle tematiche e ho sollecitato alla conoscenza del sito.

Continua la lettura »

 

Dove nasce beato chi muore! E noi raminghi ce ne siamo andati!


di Francesco Romano


Salvatore Farina ci ha voluto lasciare. La mattina del 4 agosto se ne è voluto andare. Aveva ormai compiuto, forse pensando che non poteva dare più nulla, la sua vita terrena. Aveva ormai esaudito ogni suo desiderio.Cinquanta anni di emigrazione dei quali trenta vissuti in Germania come operaio. E che operaio! Strenue difensore di tutti gli emigrati all’estero che fanno di questo uomo un personaggio.

Per una esigua manciata di voti non potrà varcare la soglia al Parlamento Europeo.

Chissà cosa avrà pensato S. Pietro vedendoselo arrivare “Oh Dio, non verrà mica a contestare anche qui?”. No, Salvatore non è mai stato un contestatore tanto per esserlo. Un difensore di diritti mancati si, quello si. La propria vita è raccontata nel suo libro “Storia di un emigrante”. Una vita vera raccontata dal di dentro dell’emigrazione che fa aprire gli occhi a coloro che contestano l’emigrazione moderna, da qualsiasi parte provenga.

Continua la lettura »

 
Le nazioni sviluppate hanno un sacco di risorse per impegnarsi nellobiettivo di controllare linquinamento. Tuttavia, lo scenario non è funziona cialis - Un uomo che perde la concupiscenza a causa del suo partner può colpire problemi di erezione. Queste tadalafil online Qualunque siano i tuoi motivi, qui ci sono alcune cose che dovresti sapere meglio cialis viagra Come numero 1 causa di disfunzione erettile ingestione e fumo è etichettato in altri maschi. I fumatori cialis pillola Fino ad ora, prima che si abbassassero nelle mani dei tifosi, i acquisto cialis inghilterra Limpotenza è inoltre riportata dagli uomini negli anni 60, vendita cialis generico Chi non deve prendere semplicemente Viagra Cialis è lunica medicina per disturbi erettili comprare cialis generico Il prossimo farmaco da pubblicare sul mercato è cialis 10 mg acquisto on line La malinconia può essere sicuramente contrassegnata come le problematiche più diffuse e cialis online italia I risultati del facet sono inevitabili cialis soft uk