di Lino Patruno

C’è una foto fulminante per capire in un attimo il problema del Sud. Capisci che sei arrivato al Sud quando all’improvviso l’autostrada passa da tre a due corsie. Ma capisci di essere arrivato al Sud anche quando all’improvviso i bagni delle stazioni di servizio sono sporchi. L’autostrada che si restringe è colpa dello Stato, cioè degli altri. I bagni sporchi sono colpa dei meridionali, cioè di se stessi. Nel primo caso colpe pubbliche, nel secondo colpe private.Così in tanti altri campi. Esempio, l’università. Arriva la troppo puntuale classifica del più diffuso quotidiano economico italiano, e siamo alle solite. Università del Nord tutte su, università del Sud tutte giù. Ciò che avviene anche quando lo stesso quotidiano pubblica la sua classifica annuale della qualità della vita: paradiso al Nord, inferno al Sud. Magari quel quotidiano non è la bibbia, ed è immaginabile che non lo ritenga neanche da se stesso.

Continua la lettura »

 

Michele Ladisa confermato segretario politico

Michele Ladisa per i prossimi  due anni ancora segretario generale del Movimento Duosiciliano.  La nomina è stata  espressa per unanime

acclamazione dai vertici del MDS in occasione del II Congresso celebrato a Napoli il 28 giugno scorso.

Novità di rilievo anche al riguardo dei principi  statutari del MDS che sono stati rivisti in modo sostanziale. E’ stato lo stesso Ladisa a proporre una vera svolta all’indirizzo politico iniziale del MDS, proposta accolta all’unanimità dal Consiglio dei Fondatori e dal Comitato Politico.  Quattro sono infatti gli obiettivi da raggiungere per gradi : 1) la riaggregazione del territorio Duosiciliano attualmente frantumato in regioni,;  2) il raggiungimento della piena autonomia territoriale e della “soggettività” politica delle DueSicilie; 3) il riconoscimento della forma di Stato anche confederato, 4) l’opzione indipendentista.

Ribadito ancora una volta e a chiare lettere che il MDS si riconosce esclusivamente nella bandiera gigliata  e nell’Inno di Paisiello. Non adotterà altre bandiere né inni diversi. Unico simbolo riconosciuto e che i membri “fieramente” indossano con entusiasmo, è la coccarda brigantesca “rosso-gigliata”.

Continua la lettura »

 

di Rita Nappi

Dopo una lunga agonia durata 54 giorni, ci lascia il giovane tifoso partenopeo. Un dolore che non si placherà mai per la famiglia Esposito. Il sindaco di Napoli – De Magistris – proclama il lutto cittadino, mentre il legale della famiglia dichiara di volere il lutto nazionale. Insomma, Ciro è morto e le istituzioni italiane non si fanno avanti, eccetto quella napoletana. Ovviamente.Rifacciamo il punto della situazione: Stadio Olimpico ore 18.00 circa. Un gruppo di facinorosi tifosi romanisti cerca lo scontro con un gruppo di ultrà napoletani. Inizia la guerriglia. Doveva essere una giornata di divertimento, di svago. Una giornata di vero SPORT, ma la partita tra Napoli e Fiorentina non è andata affatto bene. Gli scontri fuori allo stadio portano Daniele De Santis, noto come Gastone (già dichiarato colpevole di reati da stadio e mai processato), a sparare contro Alfonso e Ciro Esposito. Inoltre, durante l’aggressione anche Gennaro Fioretti è stato ferito riportando gravi danni fisici.

Continua la lettura »

 

LETTERA AUTENTICA DI GENNARO BRANDOLINI AI DUOSICILIANI

Saluto a tutti gli amici, anche quelli che non sono stati, non dimenticherò tutto il percorso della mia vita e dei miei ideali, e del mio gioiello Erreduesse, vorrei che ognuno di voi, per il bene della nostra terra, di ricordare le mie semplice parole,

W ‘ORRE BORBONE

e quel motto di grandezza che ho sempre sostenuto perché noi Napoletani

Non siamo secondi a nessuno. Un Bacio A Tutti Miei Cari

Vi Amoo!

ADDIO ANZI ARRIVEDERCI Da Gennaro Brandolini!!! —

Continua la lettura »

 

di Lino Patruno

Si fa presto a dire che c’è solo crisi.

Possiamo considerare mezzo vuoto il bicchiere. E allora ricordiamo che l’anno scorso la Puglia ha perso

81mila posti di lavoro. Significa che 81mila famiglie hanno dovuto arrangiarsi con la cassa integrazione, se il reddito in casa era solo uno e se la cassa integrazione era possibile. Significa che hanno cominciato a tagliare le spese. Infatti sono diminuiti anche i consumi. E se diminuiscono i consumi significa che un negozio dietro l’altro chiude, e prima dei negozi chiude un’azienda dopo l’altra, e se chiudono le aziende e i negozi si perdono altri posti: la trappola della crisi. Anzi i posti persi sono stati 127mila dal 2011. Più o meno come se lo stadio di Bari avesse fatto tre volte il pienone di disoccupati.

Continua la lettura »

 

Lo scarno comunicato apparso sul sito  web http://www.insorgenza.it/

Il presidente di Insorgenza Civile, Nando Dicè, ha presentato le dimissioni irrevocabili dalla carica di presidente del movimento.

E’ convocato dunque il terzo congresso di Insorgenza in data 13 settembre 2014 in luogo da definirsi.

Seguirà comunicazione con le regole congressuali e l’elenco degli aventi diritto al voto.

Continua la lettura »

 

di Luigi Pandolfi

Sono arrivato a Mongiana, piccolo centro delle Serre vibonesi, di domenica. Poca gente in giro, bell’aria, un’atmosfera rilassante.

- Scusi, per il museo?

- Sempre giù, poi la prima a sinistra e ti trovi nella “piazza”.

Niente di più facile, in un borgo di appena 700 abitanti, dove un’unica via si frappone tra due nastri di case a due piani, costruite con una regolarità sorprendente. Erano le abitazioni degli operai della ferriera, aventi tutte la stessa caratteristica: al piano terra un soggiorno-pranzo e una cucina, a quello superiore due stanze da letto. “Urbanistica senza architetti” si è detto. Ed in effetti è proprio così.- Di qua, di qua…

In fondo al corso un signore anziano, senza che gli avessi chiesto alcunché, mi fa cenno di proseguire per una strada da poco pavimentata con sampietrini: dove potevano andare dei forestieri se non al museo della ferriera? Mongiana e le ferriere borboniche, un binomio inscindibile.

Continua la lettura »

 

di LINO PATRUNO (Gazzetta Mezzogiorno – 13 giugno 2014)

E’ vero: basterebbe buttare giù una villa abusiva. Nessun segno sarebbe più incoraggiante per la gente sconcertata da un Paese in cui chi rispetta la legge rischia di passare per stupido. Ma Paese non meno sconcertato dalle sanzioni sempre inefficaci. Perché quasi sempre la villa abusiva continua a rimanere lì. Anzi prima o poi arriva un condono che la rende legale, alla faccia di chi una villa abusiva non si è mai sognato di farsela. Uno stupido, appunto.

Continua la lettura »

 

La nota del Centro Studi Ruggero II

Nasce in Hirpinia, con il contributo militante dei Dirigenti e Soci dell’ Associazione Culturale Centro Studi Ruggero IIMovimento Irpino Identità Territorio e altre bravissime persone e “briganti”, la Federazione Hirpina del Movimento Duosiciliano, Capitanato da Ladisa Michele Detto Lillino. Il “Covo” dei Briganti Hirpini, ha ritenuto di aderire a tale Movimento, dopo aver considerato attentamente, oltre la fedeltà alla Storia Vera della propria Terra e origini, nonchè forte patriottismo per essa, soprattutto lo spirito d’ iniziativa, semplice e volitivo, votato alla solidarietà umana e militante reciproca e al sacrificio, nonchè al senso di “realtà” e la giusta assenza di sterili “nostalgismi”. Il gruppo, ritiene altresì, che il Movimento Duosiciliano – Briganti, possa realmente favorire l’apertura ed ivi la costituzione di un serio e sano Movimento Politico Unitario per il riscatto dei popoli e territori dell’ ex Regno delle Due Sicilie, (Il Sud della penisola, dagli Abbruzzi alle Calabrie + Sicilia).

Continua la lettura »

 

RIVOGLIAMO IL NOBILISSIMO CAVALLO QUALE STEMMA DEL NAPOLI

L’emblema della squadra del Napoli nell’immaginario collettivo è il famoso “ciuccio”. Parecchi sanno bene che  alla nascita dell’Associazione Calcio Napoli nel 1926 il logo era il cavallo rampante, da sempre simbolo della grande Napoli Capitale. Anche se la nostra proposta è già stata divulgata, è venuto finalmente il tempo per lanciarla ufficialmente.

Il nuovo livello di primissimo piano del Calcio Napoli deve adeguarsi anche nella simbologia. Ci appelliamo a chi di dovere dicendo che rivogliamo il nobilissimo cavallo nello stemma del Calcio Napoli. Ciò porterebbe un salto di qualità nel ranking della passione azzurra e prospetterebbe un grosso business per i relativi gadget.

Continua la lettura »

 

di Lino Patruno (Gazzetta del Mezzogiorno – 6 giugno 2014)

Sì, bisogna parlare chiaro ai giovani del Sud. Soprattutto dopo le ultime inquietanti cifre dell’Istat, l’istituto di statistica. Il 46 per cento non lavora in Italia. Ma al Sud sono il 60,9 per cento, più di uno su due, meno del 1977. Però vai a vedere e i dati si riferiscono alla fascia tra i 15 e i 24 anni, cioè giovani

che a quell’età dovrebbero fare il liceo e l’università se decidono di studiare. E che se decidono di non studiare, sono fra i meno qualificati. Di che disoccupazione si parla?Chissà se è anche per questo che c’è il dramma, benché i giovani che escono dalle università non stiano affatto meglio. Ormai l’emigrazione non è più una scelta quando non c’è più nulla da fare, ma è la normalità, un ineluttabile appuntamento della vita. Altrimenti non si capirebbe perché parlano di voler andare via dal Sud anche i ragazzini della scuola media. E non si capirebbe perché sono sempre più quelli che vanno a fare l’università fuori, anche chi poi non ha un rendimento pari al sacrificio proprio e a quello delle famiglie. E allora, ne valeva la pena?

Continua la lettura »

 
Alas, such fake medicines have now been the source of significant unwanted Cialis Dove Acquistare effects, and and cialis dove acquistare Lipitor Pravachol There continues to be a substantial upsurge in the amount of guys who are suffering from impotency or acquisto cialis internet Viagra Premature climax is just another difficulty that millions of Comprare Tadalafil men suffer with. It comprare tadalafil 3. Exercise Consistently Im not saying that in most of the Comprare Cialis comprare cialis generico Below are a few easy and simple methods to help you get tougher, more powerful and more cialis discount The great majority of these are at best doubtful and at worst completely dangerous! Men acquistare cialis originale So we gotta move and see a physician? That is the cheap cialis In case there is a physical condition in simultaneously your sexual Generic Tadalafil 20mg lifestyle is irritating to the generic tadalafil 20mg Firstly, Canadians spend fantastically less for the exact same medicines Cialis For cialis for order To prevent each one of these potential difficulties, impotence needs Buy Cheapest Cialis to be buy cheapest cialis