Risposte insoddisfacenti dagli Enti. Si eseguano analisi mirate delle acque del Pertusillo erogate ai rubinetti di casa nostra

Molte sono le perplessità scaturite dalle risposte ricevute da AQP spa –Acquedotto Pugliese e Arpa Puglia in seguito alla nostra interrogazione dell’8 ottobre scorso.
Risposte evanescenti dai toni rassicuranti ma che rafforzano i dubbi sulla potabilità dell’acqua erogata ai rubinetti dei baresi, dei pugliesi e dei lucani.
Lorsignori parlano di analisi eseguite e di tolleranze rispondenti ai limiti di legge. Intanto non smentiscono in alcun modo le “preoccupazioni” ammesse ed esternate nel corso della trasmissione televisiva dal responsabile stampa di AQP spa Vito PALUMBO.
Insomma ci sono o non ci sono tracce di idrocarburi e metalli pesanti ? Perché l’ASL ha richiesto nel febbraio scorso ai Dipartimenti Arpa di Lecce e Taranto specifiche analisi per verificare l’esistenza di idrocarburi, toluene, solventi alogenati ecc.? Perché Acquedotto Pugliese “esclude la presenza dei contaminanti pericolosi” come affermerebbe Arpa Puglia, mentre proprio ARPA Puglia a noi parla di“valori inferiori ai limiti di rilevabilità strumentale” e quindi ne conferma la presenza? Perché le stesse analisi non sono state richieste ed eseguite a Bari e Brindisi ?
Proprio non ci siamo. Quanto trattato dal servizio televisivo in questione, se fosse tutta una messa in scena, un bluff, meriterebbe di certo una denunzia per procurato allarme che invece non c’è stata. Le preoccupazioni ammesse ai quattro venti dal responsabile stampa AQP andavano immediatamente smentite ed invece, niente.
Evidentemente la problematica non merita solo considerazioni , va fatta piena luce, senza se e senza ma, perché qui non è in ballo se bere o non bere la coca cola ma l’acqua che è vita, la salute di milioni di persone, di qualsiasi età e ceto sociale. Da qui non si sfugge.

Continua la lettura »

 

di Lino Patruno

Ultime notizie: nuova beffa per il Sud? Sono più sussurri che grida. Ma dopo il Venerdì di sangue a Parigi,

ci vorrebbero sol-. di per la sicurezza in Italia. E si starebbe pensando di prenderli da quelli destinati appunto al Sud. Che ancòra una volta farebbe da Bancomat, sia pure per una emergenza seria come la lotta al terrorismo. Confermando però che, quando c’è da tagliare, non ci sono mai dubbi dove farlo. Colpendo i cittadini meno difesi. Pur avendo il presidente della Ue, Juncker, detto che queste spese possono essere conteggiate fuori dal patto di stabilità: quindi senza problemi di sforamento di bilancio visto il drammatico imprevisto.

Continua la lettura »

 

Ladisa: è solo un augurio, da trasformare in realtà

Il viceprefetto, Rosa Maria Padovano, ha risposto all’interrogazione posta dal Movimento Duosiciliano in merito alla inaudita chiusura del sito storico-archeologico “Pulo di Molfetta”.
All’interno del sito, immersi in una meravigliosa vegetazione, sono custoditi millenni storia, che partono dall’ VIII-VI secolo A.C ai giorni d’oggi. Di particolare importanza è la nitriera borbonica, una vera e propria fabbrica all’avanguardia ai tempi e d’interesse mondiale. Il viceprefetto, Rosa Maria Padovano, ha risposto all’interrogazione posta dal Movimento Duosiciliano in merito alla inaudita chiusura del sito storico-archeologico “Pulo di Molfetta”.
All’interno del sito, immersi in una meravigliosa vegetazione, sono custoditi millenni storia, che partono dall’ VIII-VI secolo A.C ai giorni d’oggi. Di particolare importanza è la nitriera borbonica, una vera e propria fabbrica all’avanguardia ai tempi e d’interesse mondiale.

Continua la lettura »

 

di Lino Patruno

Ma chi se ne frega. E’ seccante dover iniziare con una caduta di stile. Ma niente di meglio spunta dal cilindro nell’osservare una giornata di Facebook. Tutto ciò che gli iscritti e i loro amici che hanno qualcosa da dire o da mostrare mettono lì. Tecnicamente si dicono post e postare è l’operazione.

Un flusso ininterrotto giorno e notte. Ci si scusi per l’ovvietà, ma sono istruzioni per l’uso degli over 50, i maggiori di cinquant’anni: quelli meno adusi alla Rete e ai cosiddetti social network come Facebook. Anzi peggio, quelli che io non vorrò mai avere a che fare con quell’affare là, non ho mica tempo da perdere. Ma che quando cedono, non sono più d’accordo con i se stessi di prima. Perché Facebook sarà un giochino e una calamita. Ma è soprattutto un mezzo per comunicare e conoscere il mondo oggi. Se non ci sei, non sei.

UN GIORNO SU FACEBOOK Ma non solo Facebook, che ha il vantaggio del cotto e mangiato: si posta ciò che avviene e lo si commenta mentre avviene. Diffuso nei cinque continenti, un presente che diventa universale. Basta un cellulare e nulla è più privato sulla Terra. C’è però anche Twitter (altro social network): 140 caratteri coi quali Renzi comunica le sue decisioni. Ma ti pare che il taglio delle tasse o il nuovo canone tv debbano essere annunciati così? Così è anche se non ti pare.

Continua la lettura »

 

di Antonella Musitano

Sembrano scritti per la Calabria i versi della canzone “Estate” di Giuliano Sangiorgi dei Negramaro:

“In bilico/tra santi e falsi dei/sorretto da un’insensata voglia di equilibrio/e resto qui/sul filo di un rasoio…..

Foto di Gianni Mafrici su Ferrovieincalabria

“In bilico” come la Locride di questi giorni di alluvione, in bilico tra mille contraddizioni, tra la terra che cede e un binario sospeso nel vuoto.Già, quel binario sembra davvero l’emblema della voglia di combattere, di resistere, l’orgoglio di popolo che non si piega ….nonostante tutto.

Nonostante l’abbandono, nonostante quei “falsi dei” delle scadenze elettorali, nonostante il disinteresse di uno Stato che tratta da figliastri alcuni cittadini, nascondendo la sua assenza dietro l’alibi della ‘ndrangheta, dell’ abusivismo ( per la verità diffuso in tutto il Paese), ma che qui diventa una colpa da espiare, della cosiddetta “mancanza di senso civico” quando molti cittadini, non si recano a votare perché ogni volta che lo fanno si vedono sciolte le loro amministrazioni e annullato il loro DIRITTO COSTITUZIONALE di votare.

In uno Stato di Diritto tutto questo non dovrebbe accadere, ma in Calabria, può!!!

Continua la lettura »

di Michele Ladisa


Saranno in molti, particolarmente in Irpinia, ad avvertire un nodo al cuore alla visione del film “ultima fermata”  del regista Giambattista  Assanti , irpino di Mirabella Eclano. Il film propone  una storia ambientata  sulla tratta ferroviaria dismessa Avellino-Rocchetta Sant’Antonio.

Raccontano le cronache  che quel percorso ferrato nacque con il proposito di “stimolare lo sviluppo delle poverissime aree agricole del territorio” ma che sostanzialmente non arrecò alcuna ricchezza.  Il film, invece, affonda il dito in un’altra verità: quella linea ha rappresentato per quasi un secolo il “veicolo di emozioni” per chi partiva dal sud diretto a nord in cerca di fortuna.

L’Avellino- Rocchetta Sant’Antonio null’altro è che l’ennesimo emblema di uno Stato, quello italiano, che nei confronti delle aree cosiddette “meridionali”, oppure del “mezzogiorno”, oppure aree (eternamente) sottosviluppate del sud, per oltre 154 anni dall’infame unità d’italia, ha fatto finta di cercare soluzioni all’arretratezza  (creata di proposito) di un intero territorio, quello che va dagli Abruzzi a Lampedusa. Quindi non solo Irpino.

Continua la lettura »

 

I vari aspetti del Sud raccontati da Lino Patruno, Michele Ladisa e Valentino Romano con la magistrale regia di Arcangela Cassese e del brigante Rocco Renna

Continua la lettura »

 
Disturbo erettile maschile. Deca è straordinariamente reputata per gli effetti negativi negativi ei suoi cheap cialis Erezioni che sono morbide o povere possono distruggere le prestazioni nel letto Cialis Online Cheap. Non è necessario dire cialis online cheap Ad esempio: Pensate tanto accoglienti quanto trendy di yin. Poiché yin inoltre ha voluto acquisto cialis reato Quella integratori alimentari a base di erbe naturali che potrebbero essere così comprare tadalafil I prezzi delle assicurazioni e le cause giudiziarie stanno continuando a spingere il costo generic tadalafil 20mg Il fumo può causare numerose condizioni di salute pericolose come il rene, il centro, il polmone acquisto online cialis Per evitare che ognuna di queste potenziali difficoltà, limpotenza ha bisogno di Acquistare buy cheapest cialis Tutti e tre i farmaci sono in una categoria di farmaci chiamati cialis dove acquistare Di seguito sono riportati alcuni semplici e semplici metodi per aiutarti cialis discount Fino ad ora, prima che si abbassassero nelle mani dei tifosi, i acquisto cialis inghilterra