di Michele Ladisa

Michele Ladisa detto LIllino

A.D. 2016, Valenzano addì 20 agosto. “Tanto tuonò che piovve” ha esordito Michele Filipponio, neo segretario cittadino del MDS, all’indomani dello scandalo “ internazionale” esploso nella cittadina a quattro passi da Bari.

Miccia dello scandalo  il benevolo (?) “patrocinio” di una discussa famiglia, certamente non in odore di santità, alla mongolfiera lanciata fra le stelle in onore del Santo Patrono, Rocco.

E’ sorprendente come il fragore di questa notizia sia stata molto, molto, molto più roboante rispetto ad un’altra che solo pochi mesi or sono si diffuse ma restò circoscritta nell’ambito locale tutt’al più pugliese.  Gli organi d’informazione si apprestarono a definire “faida politica” tra assessori, ex assessori, ex sindaci e sindaco in carica, quello che invece rappresenta la certificazione del marcio politico ramificato nelle vene più periferiche della società valenzanese.

All’epoca dei fatti, aprile-maggio di quest’anno anno della misericordia, l’esimio Ministro degli Interni, Alfano, non proferì parola su quanto stava accadendo a Valenzano ove l’assessora  Ferri denunciava pubblicamente – e con molta insistenza-  di aver subito ricatto dall’attuale sindaco Lomoro e dal consigliere Partipilo : Se vuoi mantenere il tuo posto in giunta, e se vuoi il nostro appoggio in vista delle elezioni regionali, devi dare a noi la tua indennità di vicesindaco».”

Continua la lettura »

 

COMUNICATO STAMPA DI MICHELE FILIPPONIO, SEGRETARIO CITTADINO MDS A VALENZANO

Michele Filipponio

«TANTO TUONÓ CHE PIOVVE…Non posso che esprimere solidarietà al Comitato Festa Patronale San Rocco di Valenzano ed al suo giovane Presidente delegato, Filippo Davide Abbinante, per l’episodio accaduto a Valenzano, nel giorno del suo Santo Patrono.
A prescindere, che il “Movimento Duosiciliano-MDS combatte ogni forma di emarginazione ed ogni condizionamento politico e sociale che favorisca il proliferare della criminalità” (tratto dai Principi Statutari), l’episodio della mongolfiera “incriminata” ha prodotto in pochissimi giorni: un’interrogazione parlamentare, indagini della DDA (Direzione Distrettuale Antimafia), un’intervento pubblico del Sindaco Lomoro, un Consiglio Comunale straordinario monotematico, migliaia di articoli e notizie sui giornali, web e TV locali, nazionali e all’estero, etc., etc.

la mongolfiera incriminata

Tale episodio, si è risolto con l’inesistenza di ipotesi di reato penale ed il pagamento di una sanzione amministrativa di € 500 circa, relativa alla mancata autorizzazione per il lancio del pallone aerostatico.
Comunque, il Partito Democratico (uno tra i primi partiti politici italioti più corrotti d’Italia), non può fare il moralista sulla legalità, non è proprio accettabile, iniziando dal loro Premier/Segretario nazionale.

Continua la lettura »