di Francesco Romano

E’ di ieri 19 dicembre 2016 la notizia riportata da Aldo Fontanarosa della “La Repubblica.it” che, il 22 dicembre, il direttore editoriale per l’Offerta informativa, Carlo Verdelli, sottoporrà al consiglio di amministrazione una sua proposta di rinnovamento della Rai.

Continua la lettura »

“l’esito referendario evidenzia i confini delle Due Sicilie”

di Michele Ladisa

I guru della letteratura sudista o duo siciliana che dir si voglia, questa volta hanno avuto ragione e possono cantare vittoria.
Dalla tribuna congressuale del Movimento Duosiciliano, infatti , Lino Patruno, profeta in patria, auspicò “un grande NO per bocciare la riforma delle politiche del nord con i voti del sud”. Così è stato.
Valentino Romano ed Enzo di Brango parlarono dell’esigenza di un NO meridionalista come “ uno scatto d’orgoglio e di indignazione” e come “moto che aiuta il meridione”.
Queste dichiarazioni furono letteralmente condivise e fatte proprie dal MDS, riepilogate in un volantino, diffuse a tutto campo in rete, distribuite in vari luoghi del territorio ex Due Sicilie.

frontespizio del volantino MDS

C’è dunque da esser fieri della clamorosa bocciatura di una rivoluzione costituzionale che avrebbe colpito a morte quella scalcinata parvenza di libertà concessa al territorio del sud con l’attuale costituzione del ’47. Un risultato che, ancora una volta, conferma la netta differenza di valutazione politica, tra le varie aree dello Stivale di ogni provvedimento romano. Così è da sempre.
L’ omogeneità del voto nel territorio duosiciliano è qualcosa di straordinario. Infatti è sembrato che, d’un colpo, i duo siciliani si siano ricordati di essere stati un sol popolo, un territorio “uno” e Stato a sé stante. Guardate un po’: dall’Abruzzo alla Sicilia, ogni attuale Regione ha bocciato la riforma con non meno del 60% sino a oltre il 70%. Con questo voto i “meridionali” si sono riconosciuti tra loro e, anche involontariamente, hanno ridelineato i vecchi confini preunitari, confermandoli.
La valenza di questo risultato è evidente laddove, proprio in quei territori posti oltre i confini a nord

Continua la lettura »

 
Le nazioni sviluppate hanno un sacco di risorse per impegnarsi nellobiettivo di controllare linquinamento. Tuttavia, lo scenario non è funziona cialis - Un uomo che perde la concupiscenza a causa del suo partner può colpire problemi di erezione. Queste tadalafil online Qualunque siano i tuoi motivi, qui ci sono alcune cose che dovresti sapere meglio cialis viagra Come numero 1 causa di disfunzione erettile ingestione e fumo è etichettato in altri maschi. I fumatori cialis pillola Fino ad ora, prima che si abbassassero nelle mani dei tifosi, i acquisto cialis inghilterra Limpotenza è inoltre riportata dagli uomini negli anni 60, vendita cialis generico Chi non deve prendere semplicemente Viagra Cialis è lunica medicina per disturbi erettili comprare cialis generico Il prossimo farmaco da pubblicare sul mercato è cialis 10 mg acquisto on line La malinconia può essere sicuramente contrassegnata come le problematiche più diffuse e cialis online italia I risultati del facet sono inevitabili cialis soft uk