di Francesco Romano

E’ di ieri 19 dicembre 2016 la notizia riportata da Aldo Fontanarosa della “La Repubblica.it” che, il 22 dicembre, il direttore editoriale per l’Offerta informativa, Carlo Verdelli, sottoporrà al consiglio di amministrazione una sua proposta di rinnovamento della Rai.

Continua la lettura »

di Lino Patruno

Vedremo come andrà domenica il referendum per il quale voteremo. Ma una cosa sono le trivelle perestrarre petrolio e gas dall’Adriatico, altra cosa tutto il resto. Cioè il futuro del Sud. Sud che, secondo i suoi puntuali critici, in questi giorni si sta troppo agitando. Fino ad ascoltare anatemi che sembravano di altri tempi. C’è chi ha scritto che il Sud è tornato al sanfedismo del 1799: accidenti, il cardinale Ruffo. Chi ha evocato i lazzari alla Masaniello. Chi rivede i più recenti “boia chi molla” calabresi. Il tutto frutto di un populismo che si riesce ad addebitare solo al Sud pur in un’Italia che ne è più infarcita di una millefoglie.

Continua la lettura »

Di Francesco Romano

Confesso, sto con gli emigrati e sono favorevole al loro accoglimento. Non perché abbia la capacità di risolvere il problema, magari ne fossi capace. Non posso ascoltare l’onnipresente Matteo Salvini che parla, anzi sparla, con la complicità dei media, avendo probabilmente difficoltà a capirsi.

Sarebbe troppo facile ricordare l’emigrazione subita dal popolo meridionale subìto dopo l’annessione sabauda del 1861. Come facile sarebbe ricordare l’emigrazione durante il periodo giolittiano, come del resto anche nel periodo fascista anzi si pensò bene di cambiare nome di “emigranti” con “lavoratori italiani all’estero”. Non si cambiò registro neanche dopo la seconda guerra mondiale con la vendita di lavoratori meridionali al Belgio con la contropartita del carbone.

Ed è facile anche ricordare l’emigrazione interna verso il nord nei primi anni sessanta fino ad arrivare ai nostri giorni con l’emigrazione intellettuale. In comune, questi emigranti avevano, e continuano ad avere, tutti la giovane età.

Continua la lettura »

Tags:
 
Le nazioni sviluppate hanno un sacco di risorse per impegnarsi nellobiettivo di controllare linquinamento. Tuttavia, lo scenario non è funziona cialis - Un uomo che perde la concupiscenza a causa del suo partner può colpire problemi di erezione. Queste tadalafil online Qualunque siano i tuoi motivi, qui ci sono alcune cose che dovresti sapere meglio cialis viagra Come numero 1 causa di disfunzione erettile ingestione e fumo è etichettato in altri maschi. I fumatori cialis pillola Fino ad ora, prima che si abbassassero nelle mani dei tifosi, i acquisto cialis inghilterra Limpotenza è inoltre riportata dagli uomini negli anni 60, vendita cialis generico Chi non deve prendere semplicemente Viagra Cialis è lunica medicina per disturbi erettili comprare cialis generico Il prossimo farmaco da pubblicare sul mercato è cialis 10 mg acquisto on line La malinconia può essere sicuramente contrassegnata come le problematiche più diffuse e cialis online italia I risultati del facet sono inevitabili cialis soft uk